Lo Stato paga i debiti a suon di CCT

Il D.M. 22/05/2012 consente agli operatori economici che vantano crediti nei confronti dello Stato connessi a transazioni commerciali di essere pagati mediante assegnazione di speciali CCT con decorrenza 01/11/2012, della durata di 4 anni, a tasso fisso semestrale posticipato che verrà stabilito con il decreto di emissione dei titoli stessi. Chi fosse interessato deve affrettarsi visto che le domande vanno presentate su fac-simile scaricabile dal sito internet http://www.rgs.mef.gov.it/VERSIONE-I/ mediante consegna agli uffici competenti o inviata con raccomandata con avviso di ricevimento entro il 28/06/2012.

 A dirla tutta è un modo per trasformare un debito a vista in un debito a medio termine, con la possibilità che il rischio emittente insito nei titoli ne diminuisca il valore (la quotazione) dopo pochi giorni che sono in circolazione (tanto dipenderà anche dall’eventuale sistema di indicizzazione delle cedole semestrali che verrà stabilito con il prossimo decreto).

In ogni caso chi otterrà questi titoli potrà contare sulla possibilità di smobilizzare il proprio credito attraverso operazioni di compravendita o costituendoli a garanzia di finanziamenti bancari.

Piuttosto di niente, si dice, è meglio piuttosto….

Scrivi un Commento