Madonna di Campiglio

Madonna di Campiglio, poco più di 800 abitanti, sorge a 1.550 metri s.l.m tra le Dolomiti di Brenta e le Alpi dell’Adamello. E’ conosciuta per essere soprattutto meta turistica per diverse migliaia di italiani e stranieri appassionati dello sci, ma anche durante l’estate offre la possibilità di trascorrere delle rilassanti vacanze in mezzo al verde, lungo il corso dei torrenti, nei pressi di cascate e sulle rive dei numerosi laghi alpini.

 

 

 

 

 

 

 

 

Praga, la Città delle cento torri

La Praga che conosciamo oggi nasce dell’unione di quattro città indipendenti, Hradčany (il Castello, a ovest della Moldava), Malá Strana (“piccolo quartiere”, nell’area a sud del Castello), Staré Město (la Città Vecchia, sulla riva orientale opposta al Castello) e Nové Město (la Città Nuova, a sud-est), avvenuta nel 1784 successivamente alla guerra tra Prussia e Austria, a cui si aggiungeranno poi i quartieri di Josefov (il quartiere ebraico) e Vyšehrad.

 

  

 

Situata alle porte dell’Est, nel cuore della Boemia, è la capitale della Repubblica Ceca dopo la divisione pacifica dalla Repubblica Slovacca avvenuta nel 1993 ed è visitata ogni anno da circa 6 milioni di turisti.

 

 

 

 

Ricca di monumenti, di chiese e di storia, ogni angolo offre qualcosa da scoprire tra vecchio e nuovo. In due o tre giorni si possono visitare i luoghi più caratteristici e fermarsi a mangiare nei locali che offrono piatti tradizionali accompagnati da ottima “pivo”, la birra come la chiamano da quelle parti.

Alla salute, Na zdravì!

       

Assisi

Visita ad Assisi, Spello e Città di Castello (2 – 4 settembre 2016)

Oggi, 4 Ottobre, San Francesco d’Assisi, Patrono d’Italia. Assisi, tempio di spiritualità da dove è partito il tentativo di riforma nei confronti di un sistema ecclesiastico corrotto e sensibile per lo più agli interessi materiali e politici. Un esempio, al di là di qualsiasi fede, religione e sistema di governo, di cui il nostro mondo ha assoluto bisogno.

 

Vienna

Non ha bisogno di presentazioni e nemmeno che si stia qui ad elencare i luoghi, i monumenti, le chiese e tanto altro ancora da visitare. Sicuramente ne salterei più di qualcuno e poi in internet si possono trovare tutte le notizie che servono.
Di Vienna vorrei trasmettere qualche immagine. Divisa dal Danubio, da un lato la parte storica ricca di tante testimonianze della maestosità imperiale, dall’altro si contrappone l’altrettanta imponenza della modernità coi palazzi, i grattacieli di vetro e una delle quattro sedi europee dell’ONU.
Vienna è ciò che ci si immagina. Vienna delle feste, della musica, dei balli a tempo di valzer. Trovarsi dentro al grande salone dei ricevimenti, chiudere gli occhi e fantasticare di far parte di quel mondo spesso rappresentato in modo fiabesco. Ma Vienna è anche delle storie tristi, perché in quel mondo il dolore poteva essere pari è più forte della ricchezza.
Insomma, Vienna da guardare, da ascoltare, da vivere ed i fine, da ricordare.

Belvedere

Belvedere

Graben

Graben

Opera House

Opera House

UNO City Center (United Nations Office)

UNO City Center (United Nations Office)

 

 

 

 

 

 

Val Pusteria 3 – Lago di Braies e Lago di Dobbiaco

Lago di Braies

Lago-di-Braies-(7)

Concludo questo breve soggiorno in Val Pusteria con la visita a due dei più bei laghi alpini: il Lago di Braies e il Lago di Dobbiaco.

Il Lago di Braies si trova tra Monguelfo e Villabassa a 1.500 m. s.l.m. Quello che colpisce subito è il colore intenso delle sue acque limpidissime, a tratti blu a tratti verde, dove si rispecchiano le vette che lo circondano. Reso ancora più famoso per essere stato set televisivo di una nota fiction, è visitato ogni anno da migliaia di turisti. Un sentiero lungo tre chilometri permette di fare una bella passeggiata con delle brevi salite e con la possibilità di riposarsi in una delle panchine che si trovano di tanto in tanto. E a passeggiata terminata, non manca l’occasione per recuperare le energie con i piatti tipici serviti nei ristoranti del posto.

                                                                                                                                                                                               Lago di Dobbiaco

Lago-di-Dobbiaco-(6)

Situato tra il Parco Naturale delle Tre Cime di Lavaredo e il Parco Naturale Fanes-Senes-Braies si   trova il Lago di Dobbiaco. Anche nelle sue acque verdi e blu si rispecchiano le cime rocciose che   gli fanno da contorno.  Lungo il sentiero lungo circa 4,5 chilometri, che gira attorno al lago, si  trovano undici tavole che illustrano la flora e la fauna del territorio e salendo su una piattaforma  post lungo il percorso si può godere di una visione spettacolare del paesaggio naturale.

Che dire di più? Buone vacanze!

Val Pusteria 2 – Lago di Anterselva

20150820 Lago di Anterselva (31)

20150820 Lago di Anterselva (27)Lago di Anterselva

Per chi ama il fresco e la natura, il lago di Anterselva è uno di quei luoghi che deve assolutamente visitare. Si trova a 1.642 metri s.l.m. per una superfice di oltre 43 ettari circondato da monti che superano i 3 mila metri. Il giro del lago, seguendo il percorso denominato “Sentiero Natura” lungo circa 3 km, si può fare comodamente in un’ora e mezza, con possibilità di sostare al ristorante/bar a metà strada. Si lascia l’auto al parcheggio nei pressi del Centro Biathlon, dal 21 al 24 gennaio 2016 vi si terrà la Coppa del Mondo di Biathlon, quindi ci si dirige a piedi fino al rifugio Tiroler Hütte, dieci minuti, e da lì si parte per il giro del lago, camminando su apposite passerelle di legno e sentieri ai margini del bosco. Le cime dei monti che si specchiano nelle acque verde smeraldo è un spettacolo che toglie il fiato. Importante, la temperatura è tendenzialmente fresca, meglio portare qualcosa per coprirsi.

Val Pusteria 1 – Campo Tures

Campo Tures e le Cascate di Riva

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

A Campo Tures, nell’omonima valle, ci si arriva in circa mezz’ora di auto da Brunico. Quando si arriva nei pressi del paese la prima cosa che si nota è il castello, chiamato per l’appunto Casello di Tures (Burg Taufers in tedesco), noto per essere uno dei castelli medievali più interessanti della provincia di Bolzano in cui si tengono mostre e vi è stato girato un film e alcune scene di una fiction. Proseguendo verso località Cantuccio si arriva in un parcheggio dove lasciare l’auto e da lì raggiungere a piedi le Cascate di Riva in Valle Aurina. E’ una passeggiata di un’oretta, in mezzo al verde seguendo a ritroso il corso del torrente Aurino fino alla prima delle tre cascate che si susseguono per circa 170 metri di altezza. E una volta arrivati di sopra, lo spettacolo di cui si gode è fantastico.

 

 

 

 

 

 

Lago di Como

Giornata fantastica! Il sole illuminava la sponda ovest del lago, l’aria limpida e il cielo senza nuvole permettevano di godere della visione delle cime più lontane che arricchivano la cornice già stupenda nella quale lo specchio d’acqua che si allunga verso il confine svizzero riflette le sontuose ville costruite in prossimità della riva.
Partenza da Como con il battello accompagnati dalla voce della guida, che durante le due ore di viaggio ci ha svelato con estrema conoscenza e professionalità i segreti delle ville che danno ospitalità ad alcune delle persone più in vista e conosciute del mondo dello spettacolo, del cinema, dell’industria e della politica.
Tra fotografie ed espressioni meravigliate si arriva a Villa Carlotta. Tutto vale la pena di essere osservato: le sculture del Canova, i soffitti dipinti, l’arredamento d’epoca perfettamente conservato. E fuori, il parco giardino non è da meno, ricco di piante e di fiori. In più, una vista mozzafiato sul lago.
Una bella gita, con tanto da ricordare.
A proposito, non ci si può dimenticare nemmeno della notte passata al casello trasformato in hotel presso Erba, non lontano da Como. Sarà forse per l’ottima cena, o chissà, per l’atmosfera che avvolge ogni castello che si rispetti, con le sue stanze racchiuse in mura di pietra dove, si è soliti dire, di tanto in tanto passa il fantasma di casa. Chissà se si sarebbe prestato per una suggestiva foto ricordo?

Cliccare sull’immagine per guardare il video

Cliccare sull’immagine per guardare il video

 

Lago Maggiore

 

Una vacanza sul Lago Maggiore

Una vacanza sul Lago Maggiore, tranquilla e rilassante. Noto per le Isole Borromee, meta sicura di tutti i visitatori del Lago, offre innumerevoli spunti per gli amanti del verde. Con il biglietto acquistato presso l’imbarcadero presente in ogni paese che si affaccia sul lago, si possono visitare le tre isole maggiori ( in totale sono 11 le isole del lago), il giardino botanico dell’Isola Madre ricco di piante rare e fiori esotici, il bellissimo palazzo barocco sull’Isola Bella contornato da un giardino alto 37 metri e disposto su dieci terrazze, la pittoresca Isola dei Pescatori o Isola Superiore, l’unica stabilmente abitata e dove si può pranzare in uno dei ristoranti in riva al lago. In una giornata si fa tutto.
Diverse sono inoltre le Ville da visitare, due fra queste, da non perdere assolutamente, sono Villa Taranto, a Pallanza-Verbania e Villa Pallavicino con il parco zoo a Stresa.
Anche chi ama le escursioni in montagna si può soddisfare. Molto suggestivo è lo spettacolo di cui si può godere dalla cima del monte Mattarone, raggiungibile con la funivia partendo da Carciano (Stresa). Situato tra il Lago Maggiore e il Lago d’Orta (altra meta da non perdere) permette una fantastica veduta di entrambi, fino all’Appennino Ligure, al massiccio del Monte Rosa e del Monviso (è d’obbligo scegliere una bella giornata limpida e serena).
Ultimo accenno, non certo perché di minore importanza, al Lago d’Orta. Situato nella parte occidentale del basso Lago Maggiore è uno dei più romantici laghi d’Italia. Visitate il borgo antico di Orta San Giulio con l’omonima isola proprio di fronte il Paese Vecchio e ve ne renderete conto. Buone vacanze.

Castellaro Lagusello (Mn)

Castellaro640

Castellaro643

 

 

Castellaro644

Articoli Precedenti